Centenario Sturzo

Gian Candido De Martin

scritto da Centenario Sturzo


Laureato in Giurisprudenza presso l’Università di Genova, dal luglio 2013 è professore emerito di Istituzioni di diritto pubblico nel Dipartimento di Scienze politiche della Luiss, della quale è stato prima Vice preside dal (1991 al 1997) e poi Preside (dal 1997 al 2007). Dal 1992 al 2013 Direttore del Centro di ricerca sulle amministrazioni pubbliche «Vittorio Bachelet», dal 2014 ne è diventato il Presidente. Ha diretto anche l’Osservatorio sulla scuola dell’autonomia e l’Osservatorio sulle riforme e l’alta formazione della P.A.. Già componente del Comitato direttivo dell’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (Aran), del Consiglio di presidenza della Corte dei Conti e della Commissione paritetica per le norme di attuazione del Trentino-Alto Adige, fa parte della Commissione paritetica per le norme di attuazione del Friuli Venezia Giulia e del Consiglio scientifico di Astrid. Presidente del Consiglio scientifico dell’Istituto Vittorio Bachelet per lo studio dei problemi sociali e politici, nonché del Comitato scientifico della Fondazione Montagna e Europa “Arnaldo Colleselli”, è inoltre consigliere della Fondazione italo-polacca J. S. Umiastowska e della Fondazione Tiziano e Cadore.


CONTRIBUTO GIAN CANDIDO DE MARTIN.pdf CONTRIBUTO GIAN CANDIDO DE MARTIN